Ensemble Terzo Tempo
Separatore

Ensemble Terzo Tempo

Pubblicato 29 Maggio 2023 da EuroMusic in Artisti, Orchestre e Ensemble, Ottoni

Ensemble Terzo Tempo è una formazione voluta e promossa dal pianista-compositore Massimo Barsotti che, insieme a Giovanni Baglioni, presidente dell’Associazione culturale “Terzo Tempo” e a musicisti dell’area pratese, da tempo sostengono concerti e tributi a compositori italiani ed internazionali del ‘900.
I concerti propongono arie d’opera, colonne sonore, standard jazz e canzoni legate tra loro da arrangiamenti originali in cui le melodie tradizionali vengono presentate in forme diverse, in un susseguirsi di contaminazioni che vanno dal soul al jazz, dalla bossa-nova allo swing fino al pop.
Nuovo Cinema Paradiso, Gabriel’s Oboe, La cura, E ti vengo a cercare, O mio babbino caro, Nessun dorma, Somewhere Over the Rainbow, Jesus Christ Superstar e The Phantom of the Opera sono alcuni dei brani che fanno parte del repertorio dell’Ensemble Terzo Tempo che spazia, toccando e legando compositori e cantautori come Giacomo Puccini, George Gershwin, Ennio Morricone e Franco Battiato, sia nella proposta di arrangiamenti strumentali originali che in versioni vocali, in collaborazione con interpreti locali del panorama nazionale.
I concerti offerti dall’Ensemble Terzo Tempo sono nati con l’intenzione di promuovere sul territorio spettacoli all’aperto, nelle piazze, all’interno di rassegne estive, nei teatri e nelle sale concerto.

Il concerto “Omaggio a Morricone”, dell’Ensemble Terzo Tempo, è nato con l’intenzione di promuovere l’opera del grande compositore, in un progetto arricchito di arrangiamenti e contaminazioni a cui si unisce la personalità musicale di un organico costituito da ottoni, legni, archi, batteria, pianoforte e voce, capace di dare risalto alle più note colonne sonore dei film di Sergio Leone in una ricerca interpretativa mai banale.

Massimo Barsotti – Arrangiamenti/Pianoforte
Elisa Bonora – Soprano
Fausto Antonini – Trombone
Giovanni Baglioni – Sax
Giulio Barsotti – Contrabbasso
Vittorio Barsotti – Chitarra
Luciano Fiorello – Flicorno
Stefano Pratesi – Tromba
Francesco Baglioni – Batteria

Il pensiero del M° Marcello Appignani direttore artistico di Euromusic Classica: “L’Ensemble Terzo Tempo è una formazione di sicuro interesse non solo per il repertorio particolare (a parte Morricone, ormai ampiamente sfruttato) ma anche e soprattutto per l’ensemble strumentale che disdegna gli archi e unisce fondamentalmente un gruppo di ottoni a una solida tastiera e al ritmo della chitarra elettrica e del contrabbasso. Indubbiamente di effetto le trascrizioni per tale formazione, ancora più emozionanti con l’impiego della voce del soprano”.

Pierino e il Lupo è un famoso lavoro scritto da Sergei Prokofev nel 1936 dopo il suo ritorno in Unione Sovietica. E’ una fiaba sinfonica scritta dallo stesso Prokofev.
La grande importanza di questo lavoro sta nell’aver associato ai personaggi della storia che il narratore racconta, una melodia e soprattutto uno strumento musicale che ne caratterizza gli aspetti peculiari. Le melodie di questo lavoro sono indelebili nella memoria musicale di ognuno di noi.
In Pierino e il Lupo in Jazz viene mantenuto il testo senza nessuna modifica, è stata però riscritta completamente la musica (non arrangiata) lasciando inalterata la struttura con tutto l’impianto narrativo.
Naturalmente le melodie ed i ritmi del nuovo lavoro portano la storia in un epoca moderna ed i personaggi acquisiscono un energia che li proietta direttamente nei giorni nostri facendo diventare la favola, una favola moderna.
I ritmi che caratterizzano il Jazz come lo swing, la ballad, il funky sono il motore pulsante di questo lavoro, il suono ed il fraseggio dell’interpretazione jazzistica ci portano direttamente in un epoca diversa, dove non poteva mancare un po’ di ironia e divertimento, elementi questi che la rendono adatta ad un pubblico di tutte le età.
I personaggi come nel lavoro di Prokofev sono caratterizzati da una apposita melodia che li identifica, per esempio l’uccellino invece del flauto sarà fatto dal sax soprano, l’anatra non dall’oboe ma dalla tromba con sordina, il gatto dal sax alto invece che dal clarinetto, il nonno lo farà il sax baritono invece del fagotto, il lupo sarà interpretato dal trombone invece che dai corni, ed i cacciatori dalla batteria ed il pianoforte invece che dai legni dell’orchestra. Pierino invece che dagli archi verrà interpretato da tutto il gruppo in uno swing molto accattivante.

Proposta di programma
– S. Prokofev: Dance of the Knights Arr. Marco Vanni
– S.Prokofev: Concerto per pianoforte e orchestra n°3 (tema) Arr.Marco Vanni
– S.Prokofev: Romance Arr. Marco Vanni
– Marco Vanni: Pierino e il Lupo in Jazz

Formazione:
Giovanni Baglioni Sax soprano/alto
Manuel Vanni Sax tenore/baritono
Tommaso Iacoviello Tromba/flicorno
Giacomo Montanelli Trombone
Fabio Salvi Pianoforte
Filippo Pedol Contrabbasso
Giacomo Macelloni Batteria
Claudio Monteleone Voce recitante
Marco Vanni Direttore/ compositore

OMAGGIO A BATTIATO
Il progetto “Omaggio a Battiato ” proposto dall’Ensemble Terzo Tempo, è il nostro saluto a uno dei più grandi cantautori italiani che ha fatto parlare di sé per il grande numero di stili che ha approfondito e combinato tra loro in modo eclettico e personale: dopo l’iniziale fase pop degli anni
sessanta, è passato al rock progressivo e all’avanguardia colta nel decennio seguente.
Da un punto di vista musicale, gli anni intercorsi tra il 1971 e il 1977 lo proiettano entro una dimensione sperimentale inedita per l’Italia: “Cominciai a pensare che doveva esserci per forza una
musica adatta alla mia personalità e che corrispondesse al percorso non solo spirituale che avevo cominciato ad esplorare”. Una ricerca che inevitabilmente troverà – ancor prima che nei dischi – le risposte entro concerti privi di sound check, sotto l’egida della pura improvvisazione: “Entravo in una specie di trance che per un’ora mi sbalzava in dimensioni differenti. Quando rientravo nelcorpo, facevo fatica a riconoscere il luogo dove mi trovavo”.
Il mistero dell’armonia in musica, scaturisce dalla fusione di precise frequenze; il cosiddetto sviluppo armonico viene applicato nelle composizioni di Battiato mediante “la legge dell’ottava”, la
quale ci riconduce a Georges Ivanovič Gurdjieff, letterato e filosofo armeno: “L’universo consiste divibrazioni poiché ogni cosa è energia. Queste vibrazioni sono incostanti, mutano alzandosi e abbassandosi. In alcuni momenti la vibrazione rallenta, poi riprende normalmente finché arriva al
punto massimo.”
Il repertorio battiatiano viene proposto dall’Ensemble Terzo Tempo attraverso arrangiamenti originali in una fusione di linguaggi e contaminazioni degni della sperimentazione che Battiato stesso ha sempre ricercato durante la sua straordinaria vita artistica.

Milonga Agra

Un Concerto Danzato con inserti di recitazione.

Quattro musicisti, due cantanti e due ballerini raccontano una storia di immigrazione in Argentina, la nostalgia di casa, l’incertezza del futuro e la nascita di un sentimento nuovo sono i protagonisti dello spettacolo. Le musiche spaziano dai classici del tango argentino ai grandi brani degli albori del jazz.

Omaggio a De André
L’omaggio a Fabrizio De André, proposto dall’Ensemble Terzo Tempo, è il tributo ad uno dei cantautori più influenti e innovativi della canzone d’autore italiana del secolo scorso.
De André, insieme ad altri esponenti delle cosiddetta scuola genovese, ha rinnovato profondamente la musica leggera del nostro paese rimanendo impresso nella memoria collettiva per i suoi “racconti musicali”. Il valore poetico, di molti suoi testi anticonvenzionali scritti sulla base di una spinta creativa e letteraria fuori dalle logiche commerciali, si amplifica per i temi non proprio leggeri trattati dal paroliere ligure: emarginati, ribelli e prostitute che spesso si trovano ai margini della società ora diventano protagonisti. “Ho avuto sempre poche idee, in compenso ben fisse” diceva Faber. Dalla politica alla religione fino ad arrivare ai concetti di vita e morte, l’uomo e le sue debolezze sono sempre al centro della sua poetica.
L’Ensemble Terzo Tempo, in questo percorso di ricerca artistico-musicale, ripropone con arrangiamenti originali, attraverso una contaminazione di linguaggi musicali, brani che hanno lasciato un segno indelebile nella coscienza sociale, come La canzone dell’amore perduto, Bocca di Rosa, La guerra di Piero, La canzone di Marinella, Il pescatore e La buona novella.

Separa dai commenti

Altri artisti correlati a questa categoria, da poter visionare e scegliere

Altri artisti correlati a questa categoria, da poter visionare e scegliere

  • Nato a Firenze il 4 Febbraio 1984Nel 2003 si iscrive al ...
  • Nato a Siderno (RC) il 25/10/1982, giovanissimo si è diplomato in ...
  • Ensemble Terzo Tempo è una formazione voluta e promossa dal pianista-compositore ...
  • Diplomato al Conservatorio di S. Cecilia, ha studiato pianoforte con Giuseppe ...
  • Andrea Pennacchi nasce a Roma il 6 marzo 1991. Già in ...
  • Mantva Flute Quartet  è un Ensemble formato da musicisti professionisti, nato ...
  • Gabriele Giunchi è nato a Bologna nel 1985. Nel 2012 si ...
  • “Parsifal è colui che viaggia alla ricerca di una qualità che ...
  • Facebook