Separatore
Roberto Arnoldi ph by Valoti

Roberto Arnoldi

Pubblicato 31 gennaio 2018 da EuroMusic in Archi, Artisti

Roberto Arnoldi, figlio d’arte, nasce a Bergamo nel 1991 e inizia lo studio del violino all’età di sette anni. Nel 2010, contemporaneamente alla maturità psicopedagogica, si diploma in violino come candidato privatista per poi conseguire con il massimo dei voti, nel 2013, il diploma accademico di II livello in violino ramo solistico presso il Conservatorio “G. Verdi” di Como. Ha partecipato come allievo attivo a masterclass con importanti nomi del concertismo quali Francesco Manara ed Enzo Porta; nel 2014 è stato ammesso al corso di perfezionamento di violino, presso l’Accademia Filarmonica di Bologna, tenuto del M° Cristiano Rossi, suo attuale insegnante.
Vincitore di diversi concorsi nazionali ed internazionali, tra i quali si possono citare il “concorso di Castiglione delle Stiviere”, “E. Arisi” di Cremona, “Preatoni” di Garbagnate, “Concorso del Festival di Bellagio e del lago di Como”. Ha tenuto diversi concerti per violino solo con programmi che spaziano da Bach ai contemporanei; a questo proposito, recentissimi sono i successi di pubblico del recital, comprendente musiche di Bach, Locatelli, Rovelli, Paganini e Ysaÿe, che ha proposto prima a Cereseto nell’ambito della rassegna “Monferrato Classic Festival”, concerto recensito con parole di encomio dalla giornalista A.M. Bruno, e poi a Città Della Pieve all’interno della rassegna “Solstizio d’estate”.
Suona in duo col pianista Gabriele Rota, con il quale si è esibito in importanti rassegne italiane ed estere, come “Aulos” di Lugano. Fortemente appassionato di musica contemporanea, ha eseguito, talvolta in prima assoluta, opere di importanti compositori viventi quali N. Arnoldi, U. Bombardelli, D. Koch. Proprio con questo repertorio ha, nel 2016, compiuto il suo debutto discografico, incidendo, per l’etichetta Map Classic, il cd “Music from a parallel world vol.3, New music for violin”, contenente musiche per violino solo di autori contemporanei.




Il pensiero del M° Marcello Appignani Direttore Artistico di Euromusic Classica: “ottimo violinista, nonostante la giovane età ha già una grande padronanza dello strumento. Encomiabili gli studi e i risultati già ottenuti. Interessante la scelta di suonare, oltre ai grandi nomi antichi della musica classica, i compositori contemporanei.”


P.A. Locatelli capriccio 1


Paganini Capriccio 13 Op 1


Davide Anzaghi – Violinodia

Separa dai commenti
  • Facebook
  • AddThis