Separatore
foto ippazio2

IPPAZIO PONZETTA

Pubblicato 15 giugno 2016 da EuroMusic in Artisti, Pianisti Organisti

nato il 17 Febbraio 1975 si impone immediatamente all’attenzione della critica internazionale e del grande pubblico grazie al suo esordio di enfant prodige proiettandolo immediatamente verso una carriera concertistica di assoluto valore e spessore artistico consentendogli di vincere numerosi Concorsi Pianistici Nazionali ed Internazionali e di concludere i suoi studi col massimo dei voti presso il Conservatorio “T. Schipa” di Lecce. Considerato unanimemente come uno dei migliori pianisti italiani nel mondo e premiato col titolo “Cavaliere per la Musica per l’Europa” al Concorso Vidusso di Milano eredita i dettami della grande tradizione pianistica di Busoni grazie al suo celebre Maestro Aldo Ciccolini che, a seguito di un’audizione con la quale divenne subito suo allievo, non esitò a definirlo: “Pianista dalle mani straordinarie, di certo tra i più dotati della sua generazione!”

Rigorosa aderenza al testo, senso costruttivo e tecnica cristallina caratterizzano il suo stile esecutivo che gli permette di spaziare dal barocco fino al repertorio del tardo romanticismo e moderno con assoluta facilità esecutiva e fine logica musicale.

Al suo attivo ha oltre 500 concerti tenuti presso le maggiori sale e teatri d’Italia, Germania, Spagna, Turchia, Romania, Bulgaria, Belgio, Russia, Serbia, Francia, etcc.. e prime assolute di Concerti con Orchestra quali il n. 1 Op. 4 di S. Ljapunow eseguito con l’Orchestra di Stato presso il Teatro di Istanbul e la Filamornica di Bacau in Romania, il Concerto in La minore di Mendelssohn eseguito presso la Cancelleria del Vaticano in Roma, il Concerto n. 4 di Reinecke eseguito presso il Teatro della Filamornica di Adana in Turchia. Memorabili, inoltre, i Recitals tenuti nel 2011 presso la Sala Rachmaninoff del Conservatorio Tchaikosvky di Mosca e quello presso il Parlamento della Serbia in Belgrado coi quali ha riscosso enorme consenso di pubblico grazie a performances di volta in volta impeccabili.

In possesso di un vasto repertorio con orchestra attualmente si dedica all’integrale dei concerti di Mozart e alla proposta di concerti oggi dimenticati a causa della loro difficoltà ma che un tempo erano noti ed eseguiti da grandi pianisti quali Hoffman, Moskovsky, Levine, Godowsky, Giseking, Rubinstein, Magaloff.

All’attività concertistica affianca con successo anche quella Didattica annoverando tra i suoi allievi alcuni tra i nomi più affermati del momento quali Scipione Sangiovanni e Stefano Guarascio. Molto spesso è invitato a tenere Master Classes di Alto Perfezionamento Pianistico presso le maggiori Accademie e Conservatori del mondo e a far parte di Giurie di prestigiosi Concorsi Internazionali. E’ Direttore Artistico dei Concorsi Mendelssohn di Lecce e Liszt di Grottammare (AP). Dal 2016 è Direttore Artistico della Stagione Concertistica “Yamaha Private Concert” di Bari. Dal 2014, inoltre, ricopre anche la carica di Pianista Ufficiale dell’Orchestra Filarmonica “M. Jora” di Bacau in Romania presso la quale si esibisce costantemente.


RECENSIONI

Dopo un suo concerto una sola parola: indimenticabile!”

(Marcello Abbado)

Pianista fantastico, ha delle mani straordinarie….di certo uno dei più dotati della sua generazione.”

(Aldo Ciccolini)

Ha una tecnica sorprendente ed un suono bellissimo. Mi ricorda molto Magaloff.”

(Franco Scala)

Potenza di suono, tecnica impeccabile ed innato senso musicale. Raramente si ascoltano pianisti di questo spessore artistico.”

(Sergio Perticaroli)

Impressiona per la chiarezza con la quale supera ogni asperità pianistica senza mai perdere il filo del tessuto musicale”.

(Vincenzo Balzani)

Esecuzione magistrale del Concerto di Schumann. Ponzetta è un pianista favoloso!”

(E. Guven Yaslicam)

Esegue il Concerto di Lyapunov mettendo in luce capacità tecnico-musicali a dir poco impressionanti”.

(Orazio Baronello)

Sono rimasto impressionato dal suo solidissimo equilibrio musicale. Esegue il Concerto

K. 491 di Mozart in maniera perfetta”.

(Cristian Neagu)

Affronta il Concerto di Lyapunov con assoluta padronanza. Pianista dai mezzi non comuni”.

(Roberto Salvalaio)

La sua esecuzione del Concerto di Grieg è stata fantastica! Grande maturità musicale associata ad una tecnica solidissima”.

(Robert Gutter)



Concerti per Pianoforte ed  Orchestra:

J. S. Bach: Concerti in Re Minore, La Maggiore, Re Maggiore, Sol Minore
J. Haydn: Concerto in Re Maggiore
W. A. Mozart: Concerti K. 271, K. 488, K. 466, K. 467, K. 491
L. van Beethoven: Concerti n. 1 Do Maggiore, n. 3 Do Minore
F. B. Mendelssohn: Concerti La Minore, Sol Minore, Re Minore
F. Chopin: Concerto n. 1 Mi Minore
R. Schumann: Concerto in La Minore
E. Grieg: Concerto in La Minore
C. Reinecke: Concerto n. 4 in Si Minore
F. Liszt: Concerto n. 2 in La Maggiore
J. Brahms: Concerto n. 1 in Re Minore
P. I. Tchaikovsky: Concerto n. 1 in Sib Minore
S. M. Lyapunov: Concerto per Pianoforte ed Orchestra n. 1  Op. 4
S. Rachmaninoff: Concerto n. 3 in Re Minore



Recensione di Scala sulle Variazioni




 

Separa dai commenti
  • Facebook
  • AddThis