GIOVANNI MONTANARO
Separatore
fgp_9344_2

GIOVANNI MONTANARO

Pubblicato 9 giugno 2015 da EuroMusic in Artisti, Direttori d'orchestra

Nato a Foggia il 9 febbraio 1972, si trasferisce presto a Bologna dove intraprende la sua formazione musicale. Si diploma brillantemente in Pianoforte, Musica Elettronica, Musica Jazz, Musica Corale e Direzione di Coro, Direzione d’Orchestra, Didattica della Musica. Laureatosi al D.A.M.S. di Bologna, parallelamente studia Composizione per sette anni e consegue il Diploma in Direzione d’Opera Lirica presso la Regia Accademia Filarmonica di Bologna. Segue numerosi corsi di specializzazione e approfondimento in direzione tra cui ricordiamo i “Corsi di Perfezionamento” di Conegliano Veneto (TV) nel 1998, il “2° Corso Internazionale di Direzione d’Orchestra «Franco Ferrara»” a Como (1998-‘99), lo stage sulla Traviata tenuto a Pescara da Donato Renzetti nell’estate del 2007 e, infine, il Corso Triennale di Alto Perfezionamento in Direzione d’Orchestra sempre sotto la direzione di Donato Renzetti presso l’Accademia Musicale Pescarese.

 

Nel 2005 è semifinalista al “I Concorso Internazionale «Luigi Mancinelli» per Direttori d’Opera” di Orvieto e nel 2006 è finalista al “XIII Concorso per Giovani Direttori d’Orchestra della Comunità Europea” indetto a Spoleto dalla “Fondazione «Franco Capuana»”.

Svolge un’intensa attività concertistica, nazionale e internazionale, sia come pianista sia come direttore d’orchestra e di coro, spaziando dal repertorio sinfonico e cameristico al melodramma e all’operetta, dal XVIII secolo ai giorni nostri. Ottiene significativi successi, tra l’altro, con la sua interpretazione della Quinta Sinfonia di Beethoven, dell’Opera da tre soldi di Brecht-Weill e, soprattutto, di Madama Butterfly, Tosca, La Bohème (con il debutto alla regia lirica di Paolo Poli) e I Pagliacci (con i giovani interpreti selezionati nell’ambito del “Concorso Internazionale di Canto Lirico «Anselmo Colzani»” di Budrio [BO)] del quale è stato anche membro della commissione giudicatrice assieme a celebrità canore bolognesi quali Gigliola Frazzoni, Renata Mattioli e il tenore Carlo Bergonzi).

Ha lavorato per diversi anni con la “Compagnia d’Operetta «Edipo»” di Reggio Emilia.
Ha diretto con successo l’Orchestra Estense di Ferrara nel Don Pasquale di Donizetti e l’Orchestra Filarmonica di Milano nell’ambito del “Festival Mozart Giovani” tenutosi presso il Teatro delle Erbe di Milano.
Dal 1998 al 2011 ha ricoperto il ruolo di Direttore artistico-musicale di vari cori della provincia di Bologna tra cui: “Dei Verbum Chorus”, Coro del Liceo Scientifico “A. Righi” e Coro da camera “Felsina” .

Molto apprezzato anche come pianista, svolge la sua attività soprattutto in formazioni da camera e come accompagnatore di vari cantanti.
Affianca, a quello d’interprete, un continuo impegno didattico e formativo che lo vede giurato in concorsi di canto, nonché docente in varie scuole di musica e responsabile della preparazione musicale in laboratori lirici.
Attento alla diffusione della cultura musicale, è stato altresì Presidente e Socio Fondatore de L’Offerta Musicale – Associazione Culturale ed è attualmente collaboratore di diverse associazioni culturali bolognesi.




STAMPA

I Pagliacci (Budrio [BO], aprile 2004)

Da Gli Amici della Musica, giugno 2004
«Sul podio era Giovanni Montanaro, dal gesto direttoriale ampio ed espressivo, passionale. […] Pubblico osannante alla fine dello spettacolo, con standing ovations per Ferrari Melega, Seung Yong Ho e Montanaro.» (Athos Tromboni)

La Bohème (Budrio [BO], aprile 2003)

Da Gli Amici della Musica, maggio 2003
«Sotto il profilo musicale la prova più interessante è stata offerta dall’applaudito giovane maestro Giovanni Montanaro, un talento che ci piacerebbe riascoltare anche in altri contesti. Nonostante la scarsità di prove controlla l’insieme guidando e sostenendo i cantanti con precisione e coerenza; trova ottimi momenti (il climax dell’ingresso di Mimì nel primo atto, il finale lirico e toccante) che non fanno rimpiangere troppo l’organico ridotto a soli quindici strumenti.» (m.s.)

La Tosca (S. Felice sul Panaro [MO], novembre 2002)

Da Gli Amici della Musica, dicembre 2002
«Buona la direzione del giovanissimo maestro Giovanni Montanaro, che ha conferito una lettura matura e approfondita all’opera di Puccini.» (Romano Bigi)

La Tosca (Budrio [BO], aprile 2002)

Da Tempo Libero, luglio 2002
«Il maestro Giovanni Montanaro ha diretto l’Orchestra Giovanile Bolognese. […] Il suono dell’orchestra è stato molto omogeneo e calibrato, sempre in tono e senza eccedere in leziosità.» (Elisa Gualandi)

Da Gli Amici della Musica, maggio 2002
«Bravissimo il maestro Giovanni Montanaro, che ha saputo conferire un ottimo trait d’union tra palcoscenico e golfo mistico, sostenendo i cantanti nelle loro esecuzioni.» (Dino Gatti)

Madama Butterfly (Budrio [BO], aprile 2001)
Da Gli Amici della Musica, maggio 2001
«La direzione dell’Orchestra Giovanile Bolognese è stata affidata al maestro Giovanni Montanaro, il quale ha sostenuto questo pesante incarico con buona preparazione tecnica e polso, dimostrandosi un direttore attento e da non perdere d’occhio per il futuro.» (A. M. Molinari)




REPERTORIO D’OPERA

 

G. Bizet – Carmen

G. Donizetti – Don Pasquale

G.Donizetti – Lucia di Lammermoor

R. Leoncavallo – Pagliacci

P. Mascagni – Cavalleria Rusticana

W.A. Mozart – Le Nozze di Figaro

W. A. Mozart – Don Giovanni

G. Puccini – La Bohème

G. Puccini – Tosca

G. Puccini – Madama Butterfly

G. Rossini – Il Barbiere di Siviglia

G. Rossini – L’Italiana in Algeri

G. Verdi – La Traviata


REPERTORIO D’OPERETTA

 

F. Lehár – La Vedova Allegra

C. Lombardo – Il Paese dei Campanelli

C. Lombardo – Cin-Ci-Là

R. Benatzky – Al Cavallino Bianco

 

REPERTORIO SINFONICO

 

L. van Beethoven – Sinfonie n. 1 – 2 – 3 – 4 – 5 – 7 – 9

J. Brahms – Sinfonie n. 1 – 2 – 3 – 4

B. Britten – Soirées Musicales op. 9

M. de Falla – Concerto per Clavicembalo e 5 strumenti

E. Grieg – Concerto per Pianoforte e Orchestra in La min. Op. 16

F. J. Haydn – Sinfonie n. 103 – 104

F. Mendelssohn-B. – Sinfonie n. 1 – 3 – 4 – 5

F. Mendelssohn-B. – La grotta di Fingal (Le Ebridi)

F. Mendelssohn-B. – Concerto per Pianoforte e Orchestra n. 1 in Sol min. Op. 25

D. Milhaud – Concerto per Percussioni e Batteria e Orchestra

W. A. Mozart – Sinfonie n. 35 – 40

W. A. Mozart – Concerto per Pianoforte e Orchestra n. 20 in Re min. – KV 466

W. A. Mozart – Concerto per Flauto, Arpa e Orchestra d’Archi

M. Mussorgsky – I quadri di un’esposizione

F. Poulenc – Concert Champêtre pour Clavecin (ou Piano)

S. Rachmaninov – Concerto per Pianoforte e Orchestra n. 2 in Do min. Op. 18

F.Schubert – Sinfonie n. 4 – 8

Musica varia per Orchestra d’Archi (Barber, Bettinelli, Dvořák, Elgar, Grieg, Mozart, Puccini, Tchaikowsky, Webern)





 

Separa dai commenti

Altri artisti correlati a questa categoria, da poter visionare e scegliere

  • 1480492_10201886471817631_715505715_n
    MATTEO RUBINI, nato a Bologna nel  1985, studia sotto la guida ...
  • Immagine-in-evidenza-di-default
    PAOLO TOGNON Nato a Padova, diplomato in fagotto moderno al Conservatorio “C. ...
  • Luca Passarella
    Nato a Castiglione delle Stiviere (Mantova), Luca Passarella inizia gli studi ...
  • fotografia
    DAMIANO PACI è nato a Firenze il 2 Ottobre 1999. Nel 2016 ...
  • trio Carducci  Immagine in evidenza
    Trio Carducci was founded in Milan (Italy) by three Italian performers: ...
  • Facebook
  • AddThis