Giardino di delizie
Separatore

Giardino di delizie

Pubblicato 22 marzo 2018 da EuroMusic in Artisti, Orchestre e Ensemble

L’Ensemble, fondato dalla violinista Ewa Anna Augustynowicz, nasce dal fortunato incontro dei talenti provenienti dalle più importanti istituzioni musicali italiane ed europee, quali L’Hochschule fuer Musik di Basilea, il Conservatorio Vicenzo Bellini di Palermo, Il Conservatorio Santa Cecilia di Roma, la National Academy of Music in Krakow, l’Accademia Montis Regalis di Torino, il Conservatorio Alfredo Casella di L’Aquila, la Schola Cantorum Basiliensis di Basilea. Le musiciste infatti sono cresciute sotto le amorevoli cure di maestri di fama internazionale quali Enrico Onofri, Marco Ceccato, Lorenzo Porta Del Lungo, Andrea Coen, Giovanni Togni, perfezionandosi altresì con nomi del calibro di C. Coin, A. Beyer, F. Biondi, W. Vestidello, P. Skalka, D. Sinkovsky, M. Testori, E. Gatti, M. Valli, J. Ogg, A. De Carlo, P. Holtslag, R. Brown, A. Tampieri, A. Florio, F. Bonizzoni, Ch. Rousset. Oltre all’alto livello di formazione e specializzazione, le componenti del gruppo collaborano stabilmente con diversi ensembles, quali Les Eléments, Capella Cracoviensis, Accademia Montis Regalis, Europa Galante, Arianna Art Ensemble, Collegium Pro Musica, Ensemble Barocco I Turchini, Quatuor Mosaiques, Concerto Romano, Accordone, Pomo d’Oro, Divino Sospiro. Composto da artiste di origine italiana e di nazionalità polacca, L’Ensemble Giardino di Delizie ha incentrato fin dal suo esordio la propria ricerca musicale sulla produzione seicentesca di questi due grandi paesi. Fin dal principio infatti, le componenti del gruppo hanno voluto portare all’interno della formazione le proprie specifiche radici culturali e i peculiari linguaggi musicali, approfondendo entrambi, a volte fondendoli, altre volte ponendoli in antitesi per esaltarne le differenze, e facendo di questo scambio e di questa dialettica il proprio punto di forza. Le musiciste, fortemente convinte dell’esigenza di “saper ben parlare per ben suonare” partono proprio da uno studio sulla fonetica delle rispettive lingue, e del tentativo di rendere il più verosimilmente possibile nella propria musica le caratteristiche della propria lingua. Una delle principali caratteristiche dell’Ensemble è infatti la ricerca di questa compenetrazione tra diverse scritture musicali dalle caratteristiche sintattiche e dalle suggestioni fonetiche tanto diverse: da un lato la dolce sinuosità tutta italiana dell’ampio fraseggio corelliano, dall’altro la grintosa verve della fonetica est europea nelle danze di Marcin Mielczewski. L’ensemble ha sede a Roma; fin dalla sua fondazione ha svolto la sua attività presso importanti istituzioni quali il Circolo delle Forze Armate presso il Ministero della Difesa (Roma) La Chiesa Polacca di San Stanislao (Roma) Chiesa San Rufo (Rieti) e partecipato a festival quali La Festa della Musica (Roma), Musica Antica a San Rufo (Rieti), festival Almisonis Melos (Chivasso, To) Sulle Orme del Cusanino (Filottrano) e I Concerti di Campagna (Monte Compatri). Nell’Agosto 2016 il gruppo si e’ esibito durante due importanti festival europei: il BRQ Vantaa Festival di Helsinki e l’Oude Musik Festival di Utrecht. Nel Febbraio 2017 Giardino di Delizie ha suonato in Polonia durante il Schola Cantorum festival a Kalisz, per Istituto Dante Aligheri a Katowice e a Palazzo Wilanow di Varsavia in Polonia. Ad Agosto 2017 l’ensemble si e’ esibito di nuovo in Polonia durante il festival “Barok na Spiszu”. Recentemente il gruppo ha inciso il suo primo CD con Brilliant Classics con le Triosonate di Carlo Ambrogio Lonati: fino ad oggi nessuno aveva mai registrato un integrale di queste Triosonate.




EWA ANNA AUGUSTYNOWICZ

Ewa Anna Augustynowicz, nata in Polonia, ha sempre avuto una personalità multitasking. Oltre alla sua lingua madre, il polacco, parla correntemente inglese, italiano e tedesco.  Si e’ laureata in scienze culturali presso l’Europa Universität Viadrina in Germania, ha partecipato al programma Socrates/Erasmus a Dublino in Irlanda, ha studiato Gestione dei Fondi Europei presso la Scuola di Economia a Varsavia e ha ottenuto il Dottorato di ricerca in Storia della Cultura e della Musica presso l’European University Institute a Firenze. La musica e’ stata sempre la grande passione a cui si e’ dedicata per la maggior parte della sua vita. Ha iniziato lo studio del violino all’ eta’ di sette anni. Dopo 12 anni di studio ha ottenuto il suo diploma di violino moderno presso l’Istituto Pubblico di Karol Szymanowski a Rzeszow. Dopo il suo trasferimento in Italia si e’ appassionata allo studio del violino barocco e dal 2009 ha continuato a studiarlo presso varie istituzioni come: il Conservatorio A. Casella de l’Aquila, il Conservatorio di Santa Cecilia a Roma (laurea triennale), il Conservatorio Vincenzo Bellini a Palermo (laurea biennale). I suoi maestri sono stati Enrico Gatti, Luigi Mangiocavallo ed Enrico Onofri con cui ancora continua il suo percorso. Dal 2015 e’ Presidente dell’Associazione Culturale L’Archetto a Roma e insegna come maestra di violino e musica da camera sia privatamente che durante i master class estivi per l’associazione culturale ACART in occasione del Festival dei Colli a San Gemini. Ha collaborato e studiato con vari specialisti di musica antica come E. Onofri, D. Sinkovsky, E. Gatti, R. Minasi, O. Centurioni, A. Beyer, L. Mangiocavallo, M. Toth, S. Standage, A. Sapiecha, F. Biondi, G. Garrido, N. Robinson, L. Pontecorvo, S. Scholz, A. Quarta, A. Florio, A. Ciccolini, E. Mascardi, G. Morini, E. Citterio, Z. Pilch e A. Laflamme. Ha collaborato e/o collabora con i seguenti ensemble e istituzioni di musica antica: Pietà de’ Turchini, Romabarocca ensemble, Baroque Quartett Costume di Grandi, Antonio il Verso, Ottaviano Alberti, Classical Quartett Antheia, Accademia Aquiliana, Cappella Musicale Campitelli, Arianna Art Ensemble, Orchestra Barocca Gli Invaghiti, Orchestra Nazionale Barocca dei Conservatori Italiani, Vertuosa Compagnia de’ Musici di Roma, Cappella “Enrico Stuart Duca di York” and Stradella Y-Project. Nel 2014 ha fondato l’Ensemble di musica antica “Giardino di Delizie” di cui e’ anche il Direttore Artistico. Con l’Ensemble si esibisce in Italia e all’estero e conduce un’intensa ricerca sulla musica barocca romana e polacca, facendo riscoprire autori barocchi poco conosciuti.
Si e’ esibita in importanti sale da concerto e per prestigiosi festival quali: Roma: Capo di Bove, Sala Umberto, Circolo delle Forze Armate, Palazzo Ludovisi, Palazzo della Cancelleria, Oratorio del Gonfalone, Chiesa di San Luca e Martino, Museo degli Strumenti, Conservatorio Santa Cecilia ecc.; Festival Grandezze & Meraviglie; Arezzo Summer Music Festival; Festival Barocco Viterbo; San Marino: Camerata del Titano; Cerveteri: Palazzo Torlonia; Napoli: Conservatorio di Pietro Majella, Chioggia: Auditorium San Nicola, Palermo: Chiesa di Santa Maria della Pieta’; Paris: Musée de l’armée / Cathédrale Saint Louis des Invalides; Strasbourg: Duomo; Wilanow Castle (Warsaw), Festival Almisonis Melos e Kalendamaya (Serralunga di Crea); Kastély / Castle Magyary- Kossa (Hungary), BRQ Vantaa Festival (Helsinki), Oude Musik Festival (Utrecht), Festival Sulle orme del Cusanino (Filottrano), Schola Cantorum Festival (Kalisz, Poland), Barok na Spiszu (Niedzica, Poland), Festival A. Stradella (Nepi). Ha inciso vari CD per Bongiovanni, IAEF Label e Brilliant Classics. Per quest’ultima sta lavorando alla realizzazione di un CD di Triosonate inedite di C. A. Lonati con l’Ensemble Giardino di Delizie che dovrebbe essere pubblicato entro il 2018. Dal 2017 e’ anche membro della Fondazione Mondo dell’Arte a Varsavia (Polonia) nonche’ Direttore Artistico dell’Accademia Estiva di Musica Antica di Varsavia che iniziera’ le sue attivita’ nella prossima estate 2018. Possiede e suona un violino costruito dal liutaio Marco Minozzi (2017).


Alessandro Stradella Sinfonia No. 7 in G Major


KATARZYNA SOLECKA

Nata in Polonia, nel 2009 ha completato gli studi di violino barocco presso l’Accademia della Musica di Cracovia dove si era iscritta nel 2006 e dove si è perfezionata dal 2009 al 2011. Prendendo parte ai progetti concertistici dell’orchestra
barocca dei giovani nel 2012 ha ottenuto una borsa di studio dalla città di Cracovia e una dall’Academia Montis Regalis. Dal 2012 seguiva il corso di violino barocco di Enrico Onofri al Conservatorio di Musica “Vincenzo Bellini” di Palermo laureandosi nel 2016 con il massimo dei voti, lode e menzione. Nel 2015 è stata selezionata per prendere parte ai progetti dell’Accademia di Ambronay sotto la direzione di Enrico Onofri. Un anno dopo ha ottenuto la borsa di studio del Ministero dei Beni e delle attività culturali “Mloda Polska”. Ha seguito diversi corsi di violino barocco e di prassi esecutiva di musica antica tenuti da Joanna Huszcza, Peter Holtslag, Dmitry Sinkovsky, Enrico Onofri, Alessandro Tampieri, Antonio Florio, Fabio Biondi. Ha collaborato con diversi gruppi di musica antica: Silva Rerum Arte, Capella Cracoviensis, Wroclaw Baroque Orchestra, Orchestra Barocca Gli Invaghiti, Arianna Art Ensemble, Accademia Montis Regalis, Ensemble Pietà de’Turchini, Ensemble Cordia, Concerto Romano, Europa Galante, Pomo d’Oro Orchestra, Divino Sospiro prendendo parte a numerosi festival, fra i quali: Wratislavia Cantans, Bach Festival di Swidnica, Cracovia Sacra, Gdansk Music Festival, Bach Biennale Weimar, Imponderabilia, XV Festival di Pasqua “Ludwig van Beethoven”, Festival Internazionale della Musica Milano-Torino (MITO), Kalendamaya: Festival internazionale di cultura e musica antica, Roma Festival Barocco, Festwochen den Alten Music a Innsbruck, Opera Rara, Reate Festival di Rieti, Musikfest di Brema, Festival Handel Festspiele a Halle, Misteria Paschalia. Fra gli specialisti nel campo della musica antica con cui ha collaborato ci sono: Dmitry Sinkovsky, Jaap ter Linden, Alfredo Bernardini, Alessandro Moccia, Paul Goodwin, Andrew Parrott, Jan Tomasz Adamus, Enrico Gatti, Paul McCreesh, Fabio Bonizzoni, Olivia Centurioni, Enrico Onofri, Alessandro de Marchi, Vincent Dumestre, Alessandro Quarta, Christophe Rousset, Konrad Junghänel, Giovanni Sollima, Fabio Biondi. Ha partecipato ai diversi concerti organizzati da varie associazioni tra le quali: Associazione per la Musica Antica Antonio Il Verso, Orchestra Barocca Siciliana e Associazione Musicamente. Ha inciso diversi dischi tra quali sono: “Little Vivaldi”; con l’ensemble Silva Rerum Arte e Little Instruments con la direzione della flautista Maja Mirocha,
Arie di N. Porpora con Franco Fagioli e l’ Accademia Montis Regalis (Naïve), La Damma per Musica ”Adriano in Siria” di G.B Pergolesi (Decca Classics) con Capella Cracoviensis, i brani di G. Manna e F. Feo con Ensemble Pietà de’Turchini (Brillant), Sonate per violoncello, violino e basso continuo di N. Porpora/G.B Costanzi (Brilliant), Arie di G.F Handel con Sonya Yoncheva e l’Academia Montis Regalis (Sony Classics) e 17th Century Opera Prologues con Il Pomo d’Oro Orchestra, Enrico Onofri & Francesca Aspromonte (Erato-Warner) Dal 2017 tiene il corso di violino, violino barocco e interpretazione di Musica Antica presso Accademia di Musica Stefano Strata di Pisa.


The Early Music Ensemble “Giardino di Delizie” – A. Jarzębski, Berlinesa


CRISTINA VIDONI

Nata a Udine nel 1989, comincia lo studio del violoncello all’ età di 6 anni sotto la guida del M° E. Francescato. Col medesimo insegnante ottiene, nel 2009, il Diploma col massimo dei voti, lode e menzione speciale presso il Conservatorio “J. Tomadini” di Udine. Nel 2008 l’ adesione al progetto Erasmus le offre la possibilità di frequantare il “J. H. Konservatorium” di Eisenstadt (Austria) nella classe di O. Mueller. La ricca esperienza dell’ Orchestra Giovanile Italiana (2009 – 2011) le permette di ottenere per due anni consecutivi la borsa di studio per il ruolo di primo violoncello. Nel 2010 frequenta il corso annuale di violoncello tenuto da E. Dindo a Pavia (“Pavia Cello Academy”). Nel 2013 ottiene il “Master in Music Performance” all’ Hoschule fuer Musik di Basel (Svizzera), nella classe di R. Rosenfeld. Molte sono le collaborazioni orchestrali e cameristiche, tra cui Texas Music Festival, Orchestra e Coro San Marco (PN), Orchestra Giovanile Cherubini, Società Filarmonia (UD), Orchestra Regionale Toscana (FI), Sinfonieorchester Basel (CH), Bernen Symphonieorchester (CH). Negli anni frequenta numerosi corsi e masterclasses tenuti da M. Brunello, L. Franzetti, E. Bronzi, A. Battiston, V. Saradijan, M. Scano, C. Teodoro, M. Flaksman, W. Panhofer. L’ approccio al violoncello barocco comincia grazie alle lezioni di W. Vestidello, per proseguire poi con il corso del master presso la Schola Cantorum Basiliensis (Basel, Svizzera) nella classe di C. Coin e P. Skalka, dove nel 2015 ottiene il “Master in Music Performance” in violoncello barocco. A fianco allo studio accademico, partecipa attivamente a numerosi corsi tenuti da violoncellisti barocchi di fama internazionale come M. Testori, M. Valli e M. Ceccato. Nel 2014 si esibisce assieme al Quatuor Mosaïques per il concerto di apertura della stagione veneziana del Palazzetto Bru Zane (Centre de musique romantique française). Dal 2015 si esibisce nell’ ambito di numerosi festival di musica barocca con ensemble e solisti come Accordone Ensemble (Concentus Moraviae 2015, Repubblica Ceca), Sabrina Frey e Ars Musica Zuerich (Stockstaedter Musiktage 2015, Germania), Stephan Kofler (Meranobaroque 2014, Bolzano), Artemandoline e Nuria Rial (Festival de Musique Ancienne / Saint-Guilhem-le-Désert and Festival Sylvanès 2016, Francia). Altre importanti esperienze con orchestre come “Il Pomo d’ oro”, l’ Academia Montis Regalis, Theresia Youth Baroque Orchestra e Ambronay Academy le offrono l’ opportunità di tenere concerti e tournée in Europa (Italia, Slovenia, Francia, Portogallo, Olanda, Belgio, Inghilterra, Spagna ecc) e USA accanto a grandi solisti tra cui E. Onofri, C. Banchini, O. Gaillard, T. Noally, R. Minasi, E. Moreau, Ph. Jaroussky, M. Cencic, J. DiDonato e di esibirsi in sale e teatri come Théâtre des Champs-Élysées (Parigi), Opera Vlaanderen (Anversa, Belgio), Opéra Royal – Château de Versailles (Francia), Barbican a Londra, Auditorio Nacional di Madrid (Spagna), Music Centre di Helsinki (Finlandia), Concertgebouw di Amsterdam (Olanda), Konzerthaus di Vienna (Austria), Carnegie Hall (New York, USA). Recentemente si è esibita come solista a fianco di Ophélie Gaillard e l’ Ensemble Pulcinella al Festival de Sablé (Francia) in occasione del.concerto conclusivo del festival, dedicato ai concerti per violoncello di Vivaldi. Dal 2015 fa parte dell’ Ensemble di Musica Antica “Giardino di Delize”, gruppo esibitosi nell’ ambito di importanti realtà nazionali (Roma, Rieti, Festival “Sulle Orme del Cusanino” di Filottrano – Ancona) e internazionali (BRQ Festival Vantaa – Helsinki, Finlandia e Early Music Festival di Utrecht – Olanda). Attualmente è allieva di M. Ceccato nel corso di Biennio di Violoncello Barocco presso il Conservatorio di Vicenza.


Giardino di Delizie – A. Corelli, Sonata op. 2 n° 12, Ciaccona


PAOLA VENTRELLA

Paola Ventrella, diplomata in chitarra classica e in liuto, sta attualmente terminando gli studi presso il Conservatorio F. E. dall’Abaco di Verona. Ha studiato con i Maestri Franco Pavan, Rosario Conte e Diego Cantalupi e seguito corsi di perfezionamento con Massimo Lonardi, Evangelina Mascardi, Hopkinson Smith e Paul O’Dette. Ha preso parte ad importanti progetti e Festival tra i quali il Festival Mousikè, Grandezze e Meraviglie (Modena), Festival Leonardo Leo (Brindisi), Festival di Musica Antica di Urbino, Accademia Filarmonica Romana, Festival Anima Mea, la stagione concertistica della Fondazione Fodella di Milano, Pavia Barocca, Magie Barocche (Catania), San Giacomo Festival (Bologna), Ravello Festival, Monteverdi Festival (Cremona), Actus Humanus di Danzica e Oude Muziek Festival di Utrecht. Come continuista ha collaborato con l’orchestra Orfeo Futuro sotto la direzione di Alessandro Ciccolini, La Lira di Orfeo, l’orchestra barocca Coin du Roi, la Cappella Neapolitana di Antonio Florio, la Cappella Santa Teresa dei Maschi e si è esibita con alcune delle più celebri voci del panorama barocco internazionale tra le quali Maria Cristina Kiehr e Emma Kirkby. Dal 2011 collabora con lo ScarlattiLab Barocco, progetto di Antonio Florio, coordinamento di Tommaso Rossi e Dinko Fabris in collaborazione con l’Associazione Scarlatti di Napoli. E’ membro è cofondatore dell’Ensemble di musica rinascimentale e barocca Ignotae Deae con cui si è esibita in Italia e Olanda. Con la Cappella Neapolitana ha registrato per la casa discografica Glossa “La Santissima Trinità” (gennaio 2014) e “Passione secondo Giovanni” (marzo 2016) di Gaetano Veneziano. Ha collaborato con l’attore Paolo Panaro e con il centro Diaghilev nella messa in scena de Lo cunto de li cunti di G. Basile e della Cronaca del Convento di Santa Pasca con annesso Conservatorio per le orfanelle di G. Dandolfi e con la compagnia Bam Bam Teatro di Verona per il Festival Tocatì 2017.


The Early Music Ensemble “Giardino di Delizie” – A. Stradella, Sinfonia “Moro per Amore”


ELISABETTA FERRI

Nata a Roma, ha iniziato gli studi con Grazia Barbanera, sino all’ottavo anno di pianoforte. Ha poi conseguito presso il Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma, il diploma di Pianoforte con Raffaella D’Esposito, di Musica da camera con Rosaria Clemente, e di Clavicembalo sotto la guida di Fiorella Brancacci. Sta concludendo inoltre il Biennio di Pianoforte Storico sotto la guida di Costantino Mastroprimiano, presso il Conservatorio “F. Morlacchi” di Perugia.
Si è perfezionata in clavicembalo con Emilia Fadini, alla Scuola Musicale di Milano e con Christophe Rousset all’Accademia Chigiana di Siena, ed ha seguito molti corsi e masterclasses di clavicembalisti come Bob van Asperen, Pierre Hantaï , Rinaldo Alessandrini, Enrico Baiano e altri, sia in Italia che all’estero.
Ha ottenuto riconoscimenti in diversi concorsi di clavicembalo e, nel 2011, ha vinto il I premio al Concorso Europeo “P. Bernardi” di Bologna.
Al clavicembalo, ha tenuto numerosi concerti sia come solista che in ensemble, in Italia, Germania, Inghilterra e Svizzera.
Si dedica in particolare alla musica italiana e tedesca del ‘600 e ‘700, ma anche alla musica contemporanea per clavicembalo, che ha più volte eseguito in concerto.


Proposte dei concerti

“VEDUTE MUSICALI DAL BOSCO PARRASIO”
contrappunti, fughe e follie nella Roma barocca
programma per 2 violini, violoncello e clavicembalo

“VEDUTE MUSICALI DAL BOSCO PARRASIO”
contrappunti, fughe e follie nella Roma barocca
programma per violino solo e bc

POLONIA E ITALIA: DUE REAMI, DUE POPOLI, UNA MUSICA
programma per 2 violini, violoncello e clavicembalo

“SENTIERI MUSICALI TRA ITALIA E POLONIA”
Da Palazzo Corsini a Zamek Krolewski Musicisti italiani e polacchi alla corte dei Vasa
scelta tra il programma strumentale e strumentale-vocale per 2 violini, violoncello, clavicembalo e cantantesoprano
possibilità di concerto-spettacolo con il gruppo di Danza Cracovia di Polonia (2-3 copie del ballerini)

COMPOSITORI ITALIANI DELLA “BELLE ÉPOQUE” DEL ‘600
programma per 2 violini, violoncello, tiorba e clavicembalo

AMORE E PSICHE: MUSICA, DANZA E PASSIONI NELLE “ITALIE” DEL ‘600
programma per 2 violini, violoncello, tiorba e clavicembalo

“COL VENTO DELL’EST”
Suggestioni da Oriente e folklore nella musica Europea
programma per 2 violini, tiorba, violoncello e bc

LA SONATA A TRE NELLA ROMA DI FINE SEICENTO
programma per 2 violini e bc

“ARMONIOSI CONTRASTI”
Battaglie musicali nell’Italia barocca
programma per 2 violini e bc

ARCANGELO CORELLI E SUOI ALLIEVI
programma per violino solo o 2 violini, violoncello e clavicembalo

MUSICA ALDILA’ DEI CONFINI: NE’ MURI NE’ BARRIERE, SOLO MUSICA
programma per violino solo e bc

NOTE DI DONNE
programma per 2 violini, violoncello e clavicembalo

ACQUA E FUOCO
Verso un nuovo sentire
Duetti per 2 violini

“ECHI DEL TEMPO ANTICO”
Compositori Italiani del fine ‘700
organico: quartetto d’archi con o senza fortepiano/clavicembalo

“ARCS EN CIEL”
Alla ricerca della pentola d’oro
organico: 4 violini e/o 3 violini e viola

“IL BOUQUET CLASSICO”
programma per quartetto d’archi

“MUSICA DAI SOGNI PROFONDI: PASSIONE E SOFFERENZA DEL POPOLO ARMENO NELLE RACCOLTE DI KOMITAS”
Musiche di Komitas con una cantante Soprano Armena e quartetto d’archi

ROMA IN EUROPA: SUGGESTIONI E INFLUENZE DELLA SCUOLA ROMANA NELL’EUROPA DEL PRIMO SETTECENTO
programma per 2 violini, violoncello, cembalo, tiorba
con cantante soprano Gemma Bertagnoli

Separa dai commenti

Altri artisti correlati a questa categoria, da poter visionare e scegliere

  • Il Quinteto Porteño, composto da Nicola Milan (fisarmonica), Daniele Labelli (pianoforte), ...
  • Giovanni De Luca, saxofonista, si è laureato con il massimo dei ...
  • Arianna Tieghi,clarinetto Luca Lenzi, clarinetto e clarinetto basso Ilenia La Rocca, pianoforte Il TRIO ...
  • 0aa00081
    L’Ensemble nasce nel gennaio del 2008. I suoi componenti, avvalendosi di ...
  • Gianluca Badon, pianista classe 1991,  ENFANT PRODIGE, è uno dei pochissimi ...
  • Facebook