Separatore

Antonio Consalvi

Pubblicato 6 marzo 2018 da EuroMusic in Artisti, Chitarre

Antonio Consalvi nasce a Priverno (LT) nel 1966. Lo studio della chitarra comincia a otto anni con il padre e proseguirà gli studi nel Conservatorio “O. Respighi” di Latina nella classe del M° Massimo Gasbarroni, con il quale terminerà il corso decennale di chitarra con il massimo dei voti e la lode.
L’interesse particolare per la musica del periodo classico e romantico lo porta a frequentare i corsi dell’ “Accademia di Studi Superiori l’Ottocento” di Verbania, tenuti dal M° Carlo Barone.
In tale ambito si esibisce per diverso tempo con preziosissimi strumenti d’epoca, riproponendo al pubblico la prassi esecutiva dell’epoca.
Una ‘Menzione Speciale’ al Concorso Internazionale di Muscia da Camera “U. Ara”, in duo con il M° Paolo Giusti, lo porta ad esibirsi negli USA, tenendo concerti, tra l’altro, presso la Guitar Society of Tucson (Arizona), la Lopez High School di Brownsville (Texas), Il Westechester Community College (New Jersey) e una lezione-concerto sulla prassi esecutiva ottocentesca alla Juilliard School of Manhattan (New York) nella classe di Sharon Isbin.
Nel giugno del 2000 partecipa, con il M° Giusti, alla allora nota trasmissione televisiva di moda di Canale 5 “Donna sotto le stelle”, nella cornice di Piazza di Spagna (Roma), dove esegue, nel corso della sfilata, Tango Suite (Astor Piazzolla).
Pur essendo stato maggiormente impegnato con attività solistica, Consalvi ha sempre approfondito la letteratura riguardante la musica d’insieme, in particolare del duo chitarristico.
Questo lo ha portato ad esibirsi, con il M° Stefano Raponi, in diverse tournée in Francia e Messico. In quest’ultimo è stato invitato come membro di giuria nei concorsi ed a tenere masterclass presso la “Universidad Autonoma de Yucatan” di Merida e presso la “Benemerita Università Autonoma de Puebla”.
Il suo repertorio solistico abbraccia un arco temporale che riguarda gli ultimi quattro secoli e viene proposto su chitarra Mancini&Locci o, in alternativa, su chitarra Antonio Picado.




Il pensiero del M° Marcello Appignani Direttore Artistico di Euromusic Classica: “interessante chitarrista, si segnala nell’interpretazione dei vari autori da lui proposti per l’eleganza e l’intensità. Considerevoli gli studi effettuati e i riconoscimenti ottenuti.”


PROGRAMMA    1  –

Johann Kaspar Mertz  (1806 –1856)
– AN  MALVINA
–  ELEGIA

Isaac Albeniz   (1860-1909)
–  ASTURIAS
–  TORRE BERMEJA

Francisco Tarrega  (1852-1909)
–  CAPRICCIO ARABO
–  RECUERDOS DE LA ALHAMBRA

______________________________________

Napoléon Coste (1805-1883)
– RONDO’ DE CONCERT Op.12

Augustin Barrios  (1885-1944)
– LA CATTEDRALE
(Preludio – Andante religioso – Allegro)

Joaquin Rodrigo (1901-1999)
– TRES PIEZAS ESPANOLAS
(Fandango – Passacaglia – Zapateado)




PROGRAMMA   2 –

Heitor Villa-Lobos  (1887-1959)
– PRELUDIO N.1
–  PRELUDIO N.5

Miguel Llobet (1878-1838)
– TRE CANZONI CATALANE
(El testament d’Amelia – Canço del Lladre – El noy de la Mare)

Johann Sebastian Bach  (1685-1750)
– PRELUDIO e FUGA
(dalla Suite n.2 BWV 997)

_______________________________

Augustin Barrios (1885-1944)
– MAXIXA
– UNA LIMOSNA POR EL AMOR DE DIOS

Maximo Diego Pujol (1957)
– TRISTON
– CANDOMBE IN MI

Joaquin Rodrigo (1901- 1999)
– UN TIEMPO FUE ITALICA FAMOSA

Separa dai commenti
  • Facebook